09
dic

nuovo album on Spotify

Written by Alessandra. Posted in news

Francisco Goya: Il sonno della ragione genera mostri

“Sleep Of Reason”, è ora disponibile su Spotify, Itunes, Apple Music e Google play.

Qui il link: ▶ s http://smarturl.it/sleepofreason

Composto come colonna sonora ufficiale del documentario “Mio duce ti scrivo”,  “Sleep of Reason” è un album ricco di emozioni e  ispirato dalla follia durante il regime fascista in Italia.

29
nov

5 dicembre a Napoli La Notte dei filosofi

Written by Alessandra. Posted in news

Il pianoforte di Alessandra Celletti per la libertà dei legami sociali contro ogni forma di prepotenza organizzata.

Mercoledì 5 dicembre alle ore 18

Maschio Angioino – Castel Nuovo

Piazzale interno del Castello, 80021 Napoli

 

Qui il programma dettagliato de “La Notte dei filosofi”
https://www.vesuviolive.it/ultime-notizie/270669-la-notte-dei-filosofi-a-napoli-il-programma-degli-eventi/
Qui il programma dettagliato de “La Notte dei Filosofi”:

 

Maschio Angioino

19
nov

Burning…………………contro le mafie

Written by Alessandra. Posted in news

1542481096_5bf06493519c8

Fino al 27 novembre a mezzogiorno è possibile votare uno dei brani musicali che partecipano a “Musica contro le mafie”.

Alessandra Celletti partecipa con “Burning” un brano strumentale per pianoforte e batteria che vuole simboleggiare lo scorrere della linfa vitale che si ribella all’oppressione. Un’espressione di libertà e il desiderio di capovolgere la realtà.

 

Qui il link per guardare il video di Burning e votare:

https://pr.easypromosapp.com/voteme/828690/631319594?lc=ita

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Il “Premio Musica contro le mafie” 9^ Edizione ha come fine quello di presentare e promuovere, al pubblico e agli addetti, nuove proposte e nuovi progetti musicali del panorama italiano, senza esclusioni di generi musicali, e di offrire agli artisti e band partecipanti un’esperienza musicale e formativa utile per la costruzione di un percorso professionale nel mondo musicale e un importante riconoscimento all’impegno sociale, alla consapevolezza e alla cittadinanza attiva e responsabile.

———————–
“La Musica è Armonia, e armonia significa accordo. Armonia è quando da una relazione di parti scaturisce qualcosa di diverso e di comune, qualcosa in cui ogni parte si possa riconoscere senza perdere per questo la sua identità…questo è il senso profondo di “Musica contro le mafie” (Luigi Ciotti)

Tags: , ,

06
ott

4 Novembre al Time Zones

Written by Alessandra. Posted in news

30
giu

15 luglio nel bosco

Written by Alessandra. Posted in news

Alessandra Celletti ha suonato a  Topolò durante il tour di Piano Piano on the Road.
A cinque anni di distanza torna a suonare nel bosco della piccola frazione di Udine, al confine con la Sloveni, dove, la  determinazione di qualche visionario ancora resiste e dà vita anche quest’anno a Stazione di Topolò – Postaja Topolove: un calendario di appuntamenti sospesi tra parole, suoni e sogni.
La manifestazione inaugura il 6 luglio e qui sotto trovate il programma completo. Tutti gli eventi sono gratuiti.

http://www.stazioneditopolo.it/Postaja-2018/index_edizione2018_statico.php

 

topolo-3

28
giu

Sacred Honey dal vivo a Battiti-Radio3

Written by Alessandra. Posted in news

La notte di domenica 1° luglio dalle 24.00 Alessandra Celletti ospite a Battiti su Radio3 presenterà dal vivo alcuni brani dall’ultimo album “Sacred Honey”

logo Battitihttps://www.raiplayradio.it/programmi/battiti/

06
giu

Nel Nome di Antea al cinema

Written by Alessandra. Posted in news

Nel nome di Antea è un film-documentario del 2018, diretto da Massimo Martella.
Durata 75 minuti.
Prodotto e distribuito da Istituto Luce Cinecittà.
Musiche originali di Alessandra Celletti

Il racconto della missione di salvataggio culturale di un gruppo di giovani funzionari italiani delle belle arti durante la seconda guerra mondiale che, nonostante il loro coraggio e la loro dedizione, sono rimasti nell’ombra fino a poco tempo fa. E’ grazie a queste persone coraggiose che oggi possiamo ammirare e mostrare al mondo intero Caravaggio, Giorgione, Raffaello e molti altri. Fare la guerra in Italia era come combattere in “un maledetto museo”; eppure, quel museo è sopravvissuto ed è testimone della storia della nostra identità, trasmettendo ogni giorno il valore universale della bellezza.

Nel Nome di Antea, così la nostra Arte si è salvata dalla guerra (leggi l’articolo)

PROGRAMMAZIONE nelle Sale:

5 giugno Rocca di Sassocorvaro – Premio Rotondi 21.00
7 giugno Sassocorvaro – auditorium mattina 10.30
8 giugno Roma – Cinema Farnese 15.00 – 17.30 – 20.30
11-12-13 giugno Roma – Cinema Barberini 16.00 – 17.30 – 19.00
11 giugno Milano – Cinema Oberdan 19.15 (con il regista in sala)
12 giugno Mantova – Cinema Mignon 21.00  (con il regista in sala)
12 giugno Ancona – Cinema Italia 21.30
12 giugno Pesaro – Cinema Solaris 21.00
12-13 giugno Pisa – Cinema Arsenale 12/6 18.30 – 13/6 20.30  (con il regista in sala)
13 giugno Roma – Cinema Farnese 17.15
16 giugno Milano – Il Cinemino 14.30
18-19 giugno Mantova – Cinema Mignon 20.00
19 giugno Firenze – Cinema La Compagnia 19.00
19-20 giugno Padova – Cinema Multisala Pio X 18.45 – 21.15
20 giugno Roma – Cinema Farnese 20.00
20 giugno Napoli – Cinema Modernissimo 21.00  (con il regista in sala)
21 giugno Bologna – Biografilm Festival – Cinema Galliera 19.00  (con il regista in sala)
22 giugno Urbino – Cinema Ducale 21.00  (con il regista in sala)
21-22-23-24 Roma – Cinema Farnese 16.00
25 giugno Civitanova Marche – Cecchetti 19.00 – 21.15
27/6 – 4/7 Firenze – Spazio Uno 27/6 21.30 P – poi orari vari
28 giugno Perugia – Cinema Zenith 19.30 – 21.00  (con il regista in sala)
29 giugno Taranto – Sala Bellarmino 21.30  (con il regista in sala)
4, 8, 9 luglio Festival di Spoleto – Sala Pegasus 4/7 16.00 – 8/7 22.15 – 9/7 20.00  (con il regista in sala)
13 luglio Genova – Arena Ducale 21.30  (con il regista in sala)

 

 

30
mag

dal 5 Giugno su Youtube

Written by Alessandra. Posted in news

 

Dal 5 giugno il film-doc “Piano Piano on the road” sarà visibile, in esclusiva, integralmente e gratuitamente suyoutube: https://www.youtube.com/watch?v=pzMmFTEkc6c 

Piano-Piano-on-the-road-5-giugno

 

05
mar

15 Aprile a Roma Concerto al Monk

Written by Alessandra. Posted in news

28468252_2073679156178139_3272000117406178641_n
A quasi due anni di distanza dall’ultimo concerto romano al Romaeuropa Festival del 2016, il 15 aprile il palco del Monk ospita il live di Alessandra Celletti che per l’occasione sarà accompagnata dal poli-strumentista Daniele Ercoli al contrabbasso, kaval e bombardino.
Un appuntamento per presentare anche SACRED HONEY, il nuovo, ventesimo album, che Alessandra Celletti ha dedicato alla musica di G.I. Gurdjieff
Il concerto avrà inizio precisamente al tramonto previsto per le  ore 19:51
tutte le informazoni QUI
23
feb

Sacred Honey Nuovo Album

Written by Alessandra. Posted in news

Cover per sito

SACRED HONEY

Gurdjieff / De Hartmann |||| Alessandra Celletti

CD [Bleriot 2018]

Sono passati più di 20 anni da “Hidden Sources” il primo disco che dedicai alle musiche di Gurdjieff e De Hartmann.

Eppure a distanza di tanti anni ricordo ancora le emozioni che provavo nell’immergermi quotidianamente nello studio di melodie così intense e profonde.

In quel periodo vivevo a Praga e i paesaggi misteriosi e ipnotici dell’Asia Centrale evocati da queste composizioni si confondevano con la neve e il freddo pungente della capitale boema.

Era una strana alchimia.

Così quest’anno, dopo tanto tempo, ho pensato di addentrarmi nuovamente nelle atmosfere sacre che Gurdjieff è riuscito ad esplorare durante i suoi innumerevoli viaggi e a portare alla luce grazie alla collaborazione con De Hartmann.

Questa volta però il mio pianoforte non è solo. Per “Sacred Honey” ho cercato di immaginare e ricreare le sonorità esotiche ed esoteriche dei movimenti,

degli inni e delle danze sacre di Gurdjieff e ho coinvolto il polistrumentista Daniele Ercoli che mi ha onorato della sua partecipazione con il suono del contrabbasso, del Kaval e del bombardino.

In molti dei brani che compongono l’album ho elaborato io stessa i suoni elettronici e suonato l’harmonium (strumento assai caro a Gurdjieff), che ho acquistato in un piccolo negozietto di Mumbai in occasione di un mio concerto in India.

Vorrei che questo nuovo lavoro avesse la forza di trasportare in paesaggi sonori ricchi di suggestioni e di incanti.

Due parole sul titolo: perché Sacred Honey?

La parola Sarmoung significa “ape” e si ha notizia di una Confraternita di Sarmoung le cui origini si perdono nella notte dei tempi; tracce si trovano in Babilonia sin dai tempi di Hammurabi.

I Sarmoung insegnavano che la conoscenza oggettiva è una sostanza materiale che può essere raccolta e conservata come il miele.

Si ritiene che i Sarmouni (le api) possedessero insegnamenti antecedenti al Diluvio universale.

Ecco che torna la metafora dell’Arca e anche se certamente possibile che non sia mai avvenuto un diluvio universale vero e proprio, è probabile che i Sarmoung si riferissero alla loro responsabilità di mantenere l’Arca dell’antica saggezza attraverso le alluvioni del tempo.

Sembra che questa confraternita avesse registrato le distruzioni e le rinascite periodiche dell’umanità credendo che la sua tradizione rappresentasse un nucleo eterno ed immutabile di saggezza alla quale l’umanità poteva sempre attingere.

Nei momenti critici della storia, i Sarmoung distribuivano il loro “miele” in tutto il mondo per mezzo di agenti debitamente addestrati.

Il viaggiatore, studioso di metafisica e di antiche religioni John Bennett riteneva che il simbolo dell’enneagramma,  figura alla base dell’insegnamento di Gurdjieff, così come la conoscenza della legge del sette,

la legge, che secondo il mistico armeno, regola ogni processo di cambiamento e molte delle sue danze sacre, fossero scaturiti dalla Confraternita di Sarmoung. [*]

Da questa suggestione la scelta del titolo per l’itinerario sonoro all’interno del mondo musicale di Gurdjieff e De Hartmann.

L’ispirazione evoca anche una questione di assoluta attualità e importanza su cui mi interessava soffermarmi:

“Se l’ape scomparisse dalla terra, all’umanità resterebbero quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione, niente più piante, niente più animali, niente più esseri umani.” (Albert Einstein?).

La versione in cd sarà pubblicata ad Aprile 2018 ma è possibile prenotarla e acquistarla fin d’ora sul sito di bandcamp:

buy here SACRED HONEY

Ascolta  Sacred Honey qui

[*] http://ggurdjieff.it/