07
dic

Il Sonno della Ragione

Written by Alessandra on dicembre 7th, 2018 Posted in blog

Francisco Goya: Il sonno della ragione genera mostri

Francisco Goya: Il sonno della ragione genera mostri

Durante il ventennio, italiani di ogni età, sesso e estrazione sociale prendono la penna per scrivere al duce. Sono conti e contadini, studenti, suore, prostitute, scrittori e analfabeti, lavoratori e soldati al fronte. Molti scrivono per chiedere aiuti finanziari, alcuni per denunciare torti o illegalità, ma molti vogliono solo comunicare a Mussolini la fede nella sua persona, con una devozione che a volte porta all’adorazione. Nel 2015 Massimo Martella mi ha contattato per creare la colonna sonora di “Mio duce ti scrivo, un documentario che racconta uno dei periodi cruciali dell’Italia attraverso una visione inedita: quella di centinaia di migliaia di lettere scritte dagli italiani a Benito Mussolini.
Una corrispondenza esaltata di centinaia di migliaia di lettere, selezionate, interpretate da quattro attori (e accompagnate dalla testimonianza di un eccezionale mittente, Andrea Camilleri), che vale una straordinaria visione dell’Italia del ventennio. Queste lettere raccontano la storia, le speranze, i dolori di chi le ha scritte; e mostrano in che modo è nato, è cresciuto e poi si è infranto quel rapporto di affetto senza intermediari che Mussolini, grazie anche al pervasivo uso della propaganda, seppe creare con gli italiani.
Per me è stato molto interessante dare un suono a questo pezzo di storia, a questi sentimenti … e ora ho deciso di mettere a disposizione di tutti voi i brani che avevo composto (quasi tutti al piano) per la colonna sonora di questo lavoro interessante. Per evitare equivoci sulla mia visione politica, profondamente antifascista, e augurandomi che ogni persona possa sempre mantenere la sua autonomia di pensiero e la sua essenza di essere umano “libero”, li ho inseriti su Spotify con il titolo “Sleep of Reason”:

Buon ascolto!